Tag Archive: cultura romena in Italia


Venerdì , 10 dicembre 2010 ,ore 16,30, presso la biblioteca comunale di Terni (BCT) sarà presentato il libro „Dal comunismo al consumismo .Fotosafari poetico esistenziale romano-italiano” ( Carmelina Edizioni 2009) scritto da Mihai Mircea Butcovan.

Interviene dott. Lisci  Egidio, ideatore del Concorso letterario nazionale „La clessidra”(Casa editrice Global Press Italia),dssa Gina Dumitriu (Associazione culturale Fiore blu).

Letture di: Eleonora Cresta(17 anni),Marina Marcchetti (17 anni), Georgia Ionita (18 anni), Madalina Vivien Leca ( 17anni) ,Gioia Ricecca (16 anni).

L’evento è stato organizzato da CESVOL Terni, Associazione Fiore Blu e BCT nel ambito del bando di concorso „Incontro con l’autore 2010-Sezione intercultura”.


‘’Nella tua foiba

Imprigionate le parole

Con le parole

Ne faremo

Memoria’’

          Mihai Butcovan, con questi versi vuole lasciar evadere le parole della memoria, memoria sua e della storia dei 20 anni che seguirono  la caduta del Muro di Berlino, parole che per troppo tempo sono state celate, e che adesso vanno a costituire il libro ‘’Dal comunismo al consumismo’’. E’ una raccolta di poesie, che non rispettano la metrica tradizionale, ma si propongono di dare una forte impronta emotiva – conoscitiva al lettore. Il linguaggio è forte e a tratti commovente, insito di significato che testimoniano le esperienze esistenziali dell ‘’Osservatore Romeno’’, come l’autore si autodefinisce. L’incontro con Mihai Butcovan è stata un esperienza unica, formativa e allo stesso tempo ha richiesto un importante impegno nel saper leggere con il giusto tono e saper cogliere il messaggio che l’autore si proponeva di dare.

Georgiana Ionita ( 18 annni, studentessa Liceo Scientifico-G.Galilei Terni)

 


Anunțuri
                     Lunedì, 25 gennaio 2010, ore 20,00
                     Teatro Belli (Trastevere)
                     Piazza di Sant’Apollonia, 11 – Roma
                                       Podu’ – Il Ponte


               

 

 

 

                   Adattamento di Podul Sinucigasilor 
                                                        ( Il ponte dei suicidi )
                                                                  di Paul Ioachim

 
Lo spettacolo „Podu’ – Il Ponte”, adattamento e regia di Horatiu Malaele sul testo „Podul sinucigasilor – Il ponte dei suicidi” di Paul Ioachim, presenta al pubblico un tema vietato nella Romania degli anni ’80: il suicidio. Tre personaggi – un Innamorato (George Ivascu), un Genio incompreso (Horatiu Malaele) ed un’Artista (Meda Victor) s’incontrano sul ponte della ferrovia, ognuno con un „biglietto di sola andata” in tasca. Pranzano insieme nell’attesa del treno che dovrebbe farli incontrare la propria fine. Tre persone che hanno troppo poco in comune, ognuna di loro intende che i motivi che spingono gli altri a togliersi la vita sono frivoli, che nessuno dei loro drammi non meritano di spingerli a pensare alla morte. Il ponte diventa quello spazio concreto e spazio dell’anima dove qualsiasi „suicidio” e rinuncia è un passo verso un nuovo inizio. Uno spettacolo delizioso in cui tre destini, tre storie di vita, tre tipologie umane eternamente valide si tendono la mano, di fatto, per riprendere da capo la propria strada. 
Presentato con grande successo sui palcoscenici romeni, lo spettacolo romano costituisce la prima turnée all’estero del Teatro Metropolis di Bucarest, che compie quest’anno due anni d’attività. 
Cast: Horatiu Malaele, George Ivascu, Meda Victor.
Lo spettacolo è in lingua romena con sovratitoli in lingua italiana. Progetto in collaborazione con il Teatro Metropolis di Bucarest.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.